Un buon branding aziendale fa la differenza tra un cliente preso e uno perso

Certo, la validità dei tuoi prodotti è essenziale, ma se li presenti nel modo giusto, con il giusto branding aziendale è ancora meglio. Non credi?

Qualsiasi tipo di servizio tu venda, hai bisogno di una serie di comunicazioni imprescindibili: lettere ai clienti, preventivi, fatture, comunicazioni, introduzione di nuovi prodotti e/o servizi il tutto sia in formato digitale che cartaceo. Questa parte di branding aziendale parla molto della tua attività. Quindi perché non personalizzarla e renderla “tua” esattamente come i prodotti o i servivi che proponi? Ti sembra una cosa superflua? Bastano davvero piccoli accorgimenti per avere un ottimo branding aziendale e dare un modus operandi omogeneo alle tue comunicazioni esterne.

Sia che tu abbia un logo creato da un professionista o un’agenzia, che una scritta fatta da te, rendila sempre omogenea: mantieni i colori, il font e le proporzioni.
Così facendo non confonderai i tuoi clienti e eviterai di diventare il protagonista di tristi conversazioni: “Ma è la stesso che aveva il logo verde e piccolo, nell’ultima mail? E perché ora me lo manda così?”

Se decidi che nelle tue comunicazioni, il tuo logo sta in alto a sinistra: lascialo lì. Sempre. Qualsiasi cosa accada. Niente è più destabilizzante di un logo che fluttua in giro, senza un’apparente destinazione.
Decidi il tuo stile grafico e sii sempre te stesso. Rendi riconoscibile fin dalla prima occhiata il tuo branding aziendale: non cambiare i colori che usi, o il tuo eventuale slogan a seconda della stagione. Questi aspetti della tua comunicazione sono la porta d’ingresso al tuo business e non puoi permetterti che i tuoi clienti si trovino di volta in volta davanti ad “un’entrata” completamente diversa. Rischi che non bussino più.

Kotler dà questa definizione del brand:

“nome, termine, segno, simbolo o disegno oppure ad una combinazione di questi al fine di identificare i beni o servizi (product brand) di un’impresa o l’impresa stessa (corporate brand) e di differenziarli da quelli della concorrenza”

Perché un’impresa o un prodotto possano differenziarsi dai competitor è fondamentale che il consumatore possa distinguerli dal loro competitor, attribuendogli anche un valore simbolico (brand Equity), grazie alle immagini, alle percezioni alle sensazioni che quell’impresa è in grado si scatenare attraverso un’attenta comunicazione e branding. molto importante al giorno d’oggi è la reputazione online dell’azienda, ma non si deve perdere di vista anche un’altra importante tessera del puzzle e cioè il personal brand delle persone che lavorano all’interno.

Non hai ancora pensato al tuo branding aziendale?

Clicca qui per richiedere informazioni o un preventivo: http://www.viceadv.it/contatti/

Condividi la tua opinione